Ricominciare a correre dopo una lunga pausa per infortunio, una causa di forza maggiore come può essere la Quarantena o un motivo personale, è un momento delicato e anche in questo caso è importante l’approccio. Bisogna dimenticare, per quanto possibile, il livello con cui avevamo smesso di allenarci e resettare il nostro organismo.

Se vi trovate in questa condizione (proprio come ora, che la quarantena ha bloccato tutti), il consiglio è di optare per una ripresa oculata e proiettata in avanti sul lungo termine.

Per questi motivi, il consiglio è di ricominciare con un allenamento similare a quello della preparazione per una 10K, atta dopo questa pausa forzata a stimolare maggiormente quelle grandezze atletiche più compromesse dall’inattività.

Sono da escludere, inizialmente, lunghe corse e la smania di voler ricominciare a macinare chilometri. Il consiglio e di dedicarsi ad allenamenti volti alla velocità, resistenza e potenza aerobica ed anaerobica, prediligendo quindi la qualità con allenamenti specifici, ma con intensità gradualmente ad aumentare, partendo pertanto con molta prudenza e carichi minimi.

Si consiglia di seguire questo consiglio, e si raccomanda di non pensare subito a perdere i chilogrammi accumulati durante la lunga pausa o alla voglia di macinare chilometri: per questo ci sarà tempo.

Strafare in questo momento è la peggiore cosa che si potrebbe fare, con gradualità si tornerà ai livelli di prima e tutti i valori torneranno nella norma del runner.

Un vero Wellrunner queste cose le sa, ma è sempre meglio ripeterle.

Lascia un commento